venerdì 3 dicembre 2010

venerdì del libro

rieccocci con l'appuntamento del venerdì...grazie ad homemademamma
Infanzia media e nuove tecnologie
Francesco Pira, Vincenzo Marrali
Edito da Franco Angeli EDITORE


Comincio col presentarvi gli autori...

Vincenzo Marrali:chi è?
Vincenzo Marrali è prima di qualsiasi altra cosa un medico, e cosa più appetibile per noi mamme, un pediatra.
La sua carriera pullula di riconoscimenti, ma so che a voi (noi) non importa...ma certamente ci importa sapere che Vincenzo Marrali è un medico che si è sempre dedicato ai bambini, dando loro anima e corpo...L'ho visto visitare mia sorella in piena notte, nonostante fosse in pensione, l'ho visto stare al capezzale di mia cugina mentre per lei c'era ormai poco da fare, l'ho visto arrabbiarsi e qualche volta avere gli occhi pieni di lacrime di fronte a bambini che soffrivano..e tutto questo l'ho visto da bambina, molti hanni fa...e con occhi di bambini me ricordo di quell'uomo nei momenti più difficili che una bambina può affrontare, ed è quando la malattia tocca i tuoi amichetti, e lo fa in maniera pesante...E c'era lui sempre, e sembrava che potesse curare tutto...

Francesco Pira:chi è? Francesco Pira è un comunicatore prima di tutto. anche del suo curriculum ci interessa poco, ci interessa però che riusciva a catturare la mia attenzione quando,ed io ero solo una bambina, seguiva assiduamente gli eventi di Licata, ed era il volto di Licata, che si affacciava dalla tv...

Insieme Francesco Pira e Vincenzo Marrali: chi sono? Sono due brave persone, che si sono uniti formando un duo d'eccellenza...nella prima parte del libro francesco Pira, che è docente di Comunicazione Sociale e Pubblica e Relazioni Pubbliche presso l'Università degli Studi di Udine,  si occupa di darci i dati che riguardano il rapporto che hanno i bambini con la tv e i video giochi...dati inaspettati ad esempio..i programmi preferiti dai bambini nel 2007 erano Camera Cafè e Striscia la notizia..

Vincenzo Marrali ci aiuta a capire come limitare i danni e come cercare di fare un uso più consono sia dei videogiochi che della tv..in fondo non esistono cose "malefiche", ma tutto dipende dall'uso che se ne fa..ecco i titoli di alcuni capitoli...

Bambini a scuola di violenza?; Bullismo, media e nuove tecnologie; Nuove tecnologie, media e disarmonia familiare;  Quale Internet per i bambini?; Videogiochi ed effetti negativi sui bambini; Effetti positivi delle tecnologie e dei media..


altri libri

4 commenti:

  1. intenso questo venerdì.. grazie!

    RispondiElimina
  2. sai com'è..il detto "nemo profete in patria" non fa per me ;)

    RispondiElimina
  3. Grazie mammadifretta, mi sembra proprio un libro da leggere perchè sai anche a scuola senti che i bambini guardano dei programmi forse poco adatti a loro e poi si stupiscono se tu dici che non hai visto quel programma ... poi è vero che alcuni programmi sono interessanti ... forse pochi!!!
    buon fine settimana Patrizia

    RispondiElimina

il tuo commento mi regala un sorriso

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...