mercoledì 15 marzo 2017

la vita

0 discorsi di fretta
Avevo promesso che avrei dimenticato....Anche lìorgoglio mi ha tradito...se mi darai la libertà io guarirò....

(Quando parlerò di te- Renato Zero)

La vita ci aiuta a crescere, cui plasma , ci cambia.
Come un fiume in piena veniamo attraversati dagli eventi, sorgono angosce, nascono gioie.
Sembra tutto così semplice, eppure non lo è. Sembra che ogni cosa abbia uno schema logico, quasi un'equazione matematica....tutto può essere conducibile all'Uno.

Ho capito che è vero che dipendiamo gli uni dagli altri, che "Uno è in tutti" e tutti sono Uno.

Ultimamente sono diventata filosofa, e avevo un istinto irrefrenabile a studiare Gustaav Jung. Ho letto un paio di libri e mi sono sparata una ventina di Video su youtube.

Non veniva esattamente dalla mia volontà, era piuttosto una sorta di istinto che mi portava ad esplorare l'inesplorato, il profondo che c'è in noi.

Perchè a volte certe cose le facciamo senza schemi precisi senza secondi fini ma solo per arricchirci.
Mi hanno insegnato al corso di Biodanza che anche le persone sono per un tempo.Che ci si incontra, si fa un pezzo di vita insieme e poi, senza spiegazione finisce e basta....

mercoledì 8 marzo 2017

Lettera a mia sorella.

0 discorsi di fretta
Cara sorellina, sei preziosa.
Abbiamo passato insieme gioie e sventure.Come quella olta che ti sei letteralmente buttata dal tavolo per non andare all'asilo, ti sei fatto un male cane, e io ti ho mandato lo stesso. Ero al quinto anno di superiori, avevo compito di ragioneria,avevo fatto 50 assenze per stare con te il sabato...rischiavo il culo. Me lo hai rinfacciato per tutta la vita. Come quando mi sono seduta sulla tua bambola che camminava e te l'ho rotta.Sono sicura che se tu ne avessi occasione ancora oggi me lo rinfacceresti.
Però mai un grazie per le lunghe ore passate a farti i compiti, alle elementari, che neanche Budda avrebbe potuto sopportarlo.
E quell'estate trascorsa insieme dopo il mio dolore più grande...mi sei sorella, amica, figlia.Ora è il tuo turno. Ti sposi e sposarsi è un pò come morire a se stessi.E' una cosa bella sai, diventi adulta.Come ci chiamavi con disprezzo da piccola 'l'adulti'.Vorrei saper scrivere come Paulo Cohelo, per raccontari i tuoi giorni migliori. Ma

lunedì 6 febbraio 2017

Una stanza piena di gente

0 discorsi di fretta

Ecco questo è un libro da leggere prima di morire.
Racconta la storia di Billy Milligan, una persona realmente esistita e che divide la sua vita in 24 parti. Che significa? Billy è affetto da un disturbo psichiatrico chiamata "dissociazione della personalità". Billy non è l'unico caso, ma sicuramente il più discusso e controverse.
24 "persone" abitano in Billy, Hanno tutti un nome diverso e diverse attitudini,
Il problema è che a volte vengono fuori gli "indesiderabili", 11 (di 24) personalità che spaziano dall'apatico al criminale.

Il 27 ottobre 1977 Billy fu nuovamente arrestato, con l'accusa di aver rapito, stuprato e rapinato in piena mattina tre studentesse della Ohio State University. Riconosciuto dalle vittime (attraverso le foto segnaletiche e il confronto all'americana, ma identificato anche dalle impronte lasciate sulla portiera dell'auto di una delle ragazze), Billy fu incarcerato in attesa del processo. (wikipedia).

E' da

mercoledì 28 settembre 2016

Di noi, artisti senza meta

0 discorsi di fretta
Oggi è il Tiziano Ferro Day.
Perchè le mie giornate sono monotematica. Ho cominciato con i Modà (Salvami) e non si sa secondo quale misterioso algoritmo You Tube mi ha portato da Tizianuccio di Mamma Sua.

E allora mi sovviene l'ispirazione, ed eccomi qua.




LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...