martedì 18 ottobre 2011

intervista a maristella bocciero

Oggi pomeriggio leggo una mail e scopro che , grazie a questo post , Maris (mariastella bocciero) di Cara lilli ha visto pubblicato un suo racconto. Confesso la commozione..e per un attimo mi sono detta che oh mamma mia potevo farlo anche io!!!(no, dai scherzo :)  ). E così mi è venuto spontaneo chiedere un'intervista alla carissima maris!


Carissima, posto che ti ho scoperta io (hi hi)e a me va il merito, quando è nato il tuo sogno di diventare scrittrice?

Credo che in un certo senso il mio sogno di scrivere sia nato con me, cioè l'ho avuto in cuore fin da piccolissima. I miei genitori mi raccontavano sempre che sapevo a mala pena parlare e già inventavo favole, ricordandole poi a memoria. Quando ho iniziato le elementari le mie favole da orali sono diventate scritte. Dall'età di 9 anni in poi, parallelamente a favole, racconti e poesie, ho iniziato a scrivere anche un diario segreto sotto forma di lettere indirizzate ad un'immaginaria amica, Lilli. E questo ti spiega anche il perchè del nome del mio blog :-)  Scrivere dunque è il mio sogno da sempre!
Com'è nata la tua idea di aprire un blog?



Aprire un blog è stata una decisione a lungo ponderata, volevo farlo ma temevo che nessuno lo avrebbe mai letto e seguito e quindi mi sembrava una cosa inutile. Poi mio marito mi ha dato la spinta finale e così da un momento all'altro, il 1° maggio 2010, è incominciata la mia avventura nel web! A dir la verità non credevo che questo blog sarebbe diventato qualcosa di così importante per me, invece è uno spazio vitale, mi fa sentire bene, mi dà la possibilità di esprimermi senza filtri, di raccontare di me, dei miei figli, dei miei sentimenti, delle mie vicende quotidiane...e mi ha anche fatto incontrare virtualmente tante bellissime persone, nuove amiche che condividono un pezzo della mia anima e che mi sembra di conoscere da una vita.


Come ti sei sentita quando hai saputo della pubblicazione del libro(e book) ?

 Sono rimasta sorpresa, per un momento mi è sembrato che non stesse succedendo a me. Il fatto è che ho sempre creduto che il racconto in questione (così come anche altri miei scritti) fosse abbastanza valido, se no non lo avrei sottoposto all'attenzione della casa editrice...ma una cosa è pensarlo da sola e una cosa è sentirselo dire da un editore! L'emozione più grande è quella di sapere che altre persone si immedesimeranno nei personaggi creati dalla mia mente, vivranno le storie frutto dei mei pensieri. Già questo è gratificante, al di là dell'eventuale guadagno e non è retorica, credimi!



Ringraziamo maris per la sua disponibilita e vi invito a visionare un riassunto del suo racconto su dona con un libro  e perchè no, anche a comprarlo.!!



6 commenti:

  1. Wow che emozione...la mia prima intervista pubblicata :-) anche se non è la prima rilasciata eheheh...ma hai battuto sul tempo la concorrenza, cara mammadifretta ;-)

    Scherzi a parte, grazie a te per l'opportunità e la visibilità, un bacione!
    Maris

    RispondiElimina
  2. Evviva ragazze!!! Complimenti a tutte e due ... un abbraccio Patrizia

    RispondiElimina
  3. Mammadifrettaaaaaa!!! Guarda che la "i" del mio cognome nel titolo manca ancora....ihihih :-)

    bacio grande!

    RispondiElimina
  4. E poi dimenticavo: ti ho nominata "madrina honoris causa" del mio racconto :-) puoi leggere di questa tua investitura in questo mio post http://caralilli.myblog.it/archive/2011/10/19/qualche-info-pratica-sul-mio-ebook-e-un-intervista.html?c

    ri-ciaoooooo!

    RispondiElimina

il tuo commento mi regala un sorriso

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...