venerdì 25 giugno 2010

i venerdì del libro





Non avevano nient'altro da dirsi? I loro occhi, però, traboccavano di parole più gravi.

Mentre si sforzavano di trovare frasi banali, si sentivano riempire tutti e due da uno stesso languore.

Era come un mormorio dell'anima, profondo, continuo, che l'aveva vinta sulla voce. Stupiti da questo questo nuovo, soave sentimento, non pensavano neppure a spiegarne il senso, a scoprirne la causa.

Le felicità future, come le rive dei tropici, proiettavano, sulla immensità che le precede, il loro molle sentore come una brezza profumata: si scivola in quell'estasi e non importa se l'orizzonte non si vede.


[..........]

Nel fondo della sua anima, Emma aspettava che qualche cosa accadesse.

Come i marinai in pericolo, volgeva gli occhi disperata sulla solitudine della sua vita e cercava, lontano, una vela bianca tra le brume dell'orizzonte. Non sapeva che cosa l'aspettasse, quale vento avrebbe spinto quelle vele fino a lei, su quale riva l'avrebbe portata, né sapeva se sarebbe stata una scialuppa o un vascello a tre ponti, carico di angoscie o pieno di felicità fino ai bordi.dal libro "Madame Bovary" di Gustave Flaubert



UN CLASSICO.

Riedito da garzanti nel 2007, io l'ho preso alla biblioteca comunale, scaffale "letteratura francese".

DA LEGGERE


"Madame Bovary" fu salutata dalla critica come una delle più importanti creazioni letterarie del tempo e la sua fortuna editoriale ne conferma ancora oggi il grande valore. Il romanzo svela una figura di donna inquieta e insoddisfatta, divenuta simbolo di insanabile frustrazione sentimentale. Per il suo contenuto, giudicato scandaloso dalla magistratura, il libro fu processato per oltraggio alla morale e alla religione. "



da un'idea di HOMEMADEMAMMA

6 commenti:

  1. WOW! Bellissima scelta :-) A volte ci si dimentica dei "classici" ed invece...
    Bacioni e buon Fine settimana

    RispondiElimina
  2. che dire l'ho adorato!
    ottima scelta ;)

    RispondiElimina
  3. un romanzo meraviglioso.. vado subito a linkarti sul nostro venerdì :)

    RispondiElimina
  4. Io lo lessi al liceo e mi piacque moltissimo!!! Ottima scelta!!!!

    RispondiElimina
  5. non si pensa mai ai classici e purtroppo non l'ho mai letto. tempo fa mi ero proposta di leggere un libro contemporaneo alternato ad un classico e mi sa che dopo questa bellissima recensione comincio proprio ora.

    RispondiElimina

il tuo commento mi regala un sorriso

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...